In questa pagina il Chirurgo Plastico Estetico con sede a Roma Dott. Andrea Ingratta cercherà di rispondere alle domande più frequenti che riguardano questo intervento. Il Dott. Andrea Ingratta tiene a precisare che per ogni intervento è necessaria una valutazione del Medico che varia da paziente a paziente, ed ogni caso è differente, pertanto le risposte presenti in questa pagina potrebbero non essere applicabili a tutti e/o del tutto complete.


  1. QUANTI TIPI DI LIFTING ESISTONO?
    Esistono molteplici tecniche chirurgiche attraverso le quali è possibile intervenire su singole zone del volto, correggendo esclusivamente la fronte o la sede temporale, fino ad un lifting più esteso che interessa anche il collo. Pertanto si distinguono in merito: il lifting frontale o bicoronale, cervico facciale, frontale e mini-lifting.


  2. QUANDO E' CONSIGLIATO SOTTOPORSI ALL'INTERVENTO?
    Con l'intervento è possibile ridurre i comuni inestetismi del viso come rughe e pelle cadente, ottenendo un aspetto più tonico, più fresco e più giovane attraverso un riposizionamento dei tessuti del viso. È importante, comunque, specificare che il lifting del viso è da considerare utile nei casi di invecchiamento avanzato per cui i trattamenti di medicina estetica non sono più soddisfacenti ed efficaci.


  3. COSA CAMBIA TRA LIFTING E MINI-LIFTING?
    Il lifting è una procedura chirurgica più invasiva rispetto al mini lifting. Quest’ultimo infatti è suggerito in presenza dei primi segni dell’invecchiamento in sostituzione ai trattamenti medico-estetici come i filler riempitivi.


  4. L'INTERVENTO E' ESEGUITO IN ANESTESIA GENERALE?
    Dipende dalla tecnica chirurgica prevista. In alcuni casi si opta per una anestesia locale con sedazione, in altri per quella generale, tenendo conto dei tempi di durata dell'intervento e del tipo di inestetismo da correggere.


  5. CHE TIPO DI MEDICAZIONE E' PREVISTA?
    Al termine dell'intervento si applica una medicazione elasto-compressiva che viene rimossa generalmente dopo ventiquattro ore e dopo alcuni giorni si può riprendere la propria normale attività lavorativa e dopo circa due settimana quella sociale.


  6. QUANTO DURA L'INTERVENTO?
    L'intervento ha una durata variabile di 60-90 minuti a seconda del tipo di lifting da effettuare e all'associazione o meno di più tecniche operatorie.


  7. POTRÒ FUMARE DURANTE LA FASE DI DEGENZA?
    No in quanto il fumo produce una diminuzione di afflusso di sangue al volto compromettendo la cicatrizzazione. Pertanto è assolutamente consigliato al paziente di ridurre il fumo almeno nei 15 giorni dopo l’intervento e anche prima dell'operazione.


  8. A CHE ETÀ POSSO FARE IL LIFTING?
    Non esiste un età valida per tutti per sottoporsi all'intervento in quanto assolutamente soggettivo e legato allo stato di rilassamento dei tessuti del viso. Tuttavia, in genere, l'età media dei pazienti è di circa 45- 50 anni, mentre per il mini lifting 35- 40 anni.


  9. SE MI SOTTOPONGO AD UN LIFTING CERVICO-FACCIALE POSSO RIMUOVERE IL GRASSO IN ECCESSO DAL MENTO?
    Sì, con il ricorso, nel corso dell’intervento, ad una liposcultura mirata, utile per donare un perfetto dinamismo dei tratti.


  10. DOPO QUANTO POSSO TORNARE A FARE SPORT?
    È consigliato attendere almeno 2 settimane dopo l'intervento di lifting, prima di riprendere l'attività sportiva.

 

Per maggiori informazioni sull'intervento di chirurgia plastica estetica di mini lifting del viso a Roma c/o lo Studio Medico in Via Ipponio, 2 - Cap 00183, è possibile contattare il Dott. Ingratta telefonando al numero oppure scrivendo direttamente attraverso il sito nell'apposito modulo di contatti.

Per garantire la massima tranquillità e trasparenza a tutti i pazienti che si recano presso i suoi centri il Dott. Ingratta garantisce l'utilizzo di prodotti certificati. Dott. Andrea Ingratta


Dott. Andrea Ingratta Dott. Andrea Ingratta