In questa pagina il Chirurgo Plastico Estetico con sede a Roma Dott. Andrea Ingratta cercherà di rispondere alle domande più frequenti che riguardano questo intervento. Il Dott. Andrea Ingratta tiene a precisare che per ogni intervento è necessaria una valutazione del Medico che varia da paziente a paziente, ed ogni caso è differente, pertanto le risposte presenti in questa pagina potrebbero non essere applicabili a tutti e/o del tutto complete.



  1. LA BLEFAROPLASTICA È UN INTERVENTO ANTIAGE?
    Si, in quanto l’operazione permette di ottenere uno sguardo più vivo eliminando cute e localizzazioni di tessuto adiposo tipici anche dell'invecchiamento cutaneo. Inoltre l’operazione è strettamente connessa al mini-lifting del medio facciale. Non a caso si parla blefaroplastica inferiore ”allargata”.


  2. È UN INTERVENTO RISCHIOSO PER LA VISTA?
    L’operazione richiede Una certa preparazione chirurgica, di capacità di valutazione dei tratti di tessuto da eliminare e calcolo delle necessità di movimento palpebrale. Un possibile quanto ridotto rischio in cui si potrebbe ricadere è una eccessiva rimozione di cute che causerebbe una evidente difficoltà di chiudere gli occhi. In questo caso sarà necessario un intervento riparativo.


  3. QUANTO DURA L'INTERVENTO?
    La durata dell'intervento è variabile a seconda del tipo di inestetismo da correggere. In genere, per una classica blefaroplastica superiore o inferiore sono sufficienti dai 50 ai 60 minuti.


  4. POSSO FARE LA DOCCIA DOPO LA BLEFAROPLASTICA?
    Si, ma è importante evitare di bagnare le medicazioni. Per questo motivo ,data la localizzazione dei cerotti si consiglia di fare molta attenzione.


  5. È PREVISTO UN RICOVERO IN CLINICA? No, dopo l'intervento di blefaroplastica, il paziente potrà tranquillamente tornare a casa avendo cura di seguire con cura le indicazioni del chirurgo.


  6. QUANDO E' INDICATO L'INTERVENTO?
    L’intervento è utile per eliminare gli inestetismi della cute che interessano la zona peri-oculare, per sollevare le pareti palpebrali cadenti che rendono lo sguardo spento, per ridurre l’eccesso cutaneo presente sulla palpebra superiore e le note “borse” delle palpebre inferiori.


  7. CHE TIPO DI MEDICAZIONI SONO PREVISTE?
    Al termine dell'intervento di blefaroplastica, oltre a del ghiaccio, utile per ridurre la comparsa di edemi, il chirurgo applica delle apposite medicazioni che offrono una protetta e sicura guarigione delle suture. Si tratta di piccoli cerotti generalmente rimossi dopo circa una settimana.


  8. SARÒ SOTTOPOSTO AD ANESTESIA GENERALE?
    No, si ricorre ad una anestesia locale con ulteriore sedazione. In questo modo si evitano i fastidi tipici di una anestesia generale.


  9. IN COSA CONSISTE IL LIFTING DEL SOPRACCIGLIO
    Il lifting del sopracciglio è un intervento antiage spesso condotto in ausilio ad una blefaroplastica superiore. In molti casi infatti, pazienti che richiedono l'intervento di blefaroplastica per eliminare l'eccesso di cute presente sulle palpebre, presentano anche un evidente stato di cadenza sopraccigliare che influisce sull'aspetto dello sguardo, risultando effettivamente stanco e invecchiato.


  10. A COSA SERVE LA VISITA PRE INTERVENTO?
    Nel corso della visita pre-intervento, il chirurgo dopo aver analizzato attentamente la problematica proporrà il tipo di trattamento più adatto al singolo caso. Vengono inoltre prescritti degli esami pre-operatori al fine di valutare lo stato di salute e l’idoneità all’intervento chirurgico. In alcuni casi infatti, è impossibile procedere all'operazione, in particolare se la paziente è in stato di gravidanza o allattamento.

 

Per maggiori informazioni sull'intervento di chirurgia plastica estetica di blefaroplastica a Roma c/o lo Studio Medico in Via Ipponio, 2 - Cap 00183, è possibile contattare il Dott. Ingratta telefonando al numero oppure scrivendo direttamente attraverso il sito nell'apposito modulo di contatti.

Per garantire la massima tranquillità e trasparenza a tutti i pazienti che si recano presso i suoi centri il Dott. Ingratta garantisce l'utilizzo di prodotti certificati. Dott. Andrea Ingratta


Dott. Andrea Ingratta Dott. Andrea Ingratta