peeling-chimicoPer mantenere la pelle sana e luminosa nulla è meglio di un trattamento di peeling. Peeling significa infatti esfoliare la pelle, ossia eliminare gli strati superficiali per incentivare un rinnovamento cellulare. Ma quando è consigliato sottoporsi al trattamento?

«Se la pelle appare spenta, poco tonica, con inestetismi tipici dell'invecchiamento, e non solo, il peeling diventa il primo step per rimetterla in sesto, svolgendo un'efficace azione antiage», spiega il Dott. Andrea Ingratta noto chirurgo plastico.

Il peeling chiarisce il Dottore «Aiuta ad accelerare il turnover cellulare, permettendo di ridurre o addirittura eliminare le piccole imperfezioni del viso». In particolare, il peeling può agire a diversi livelli della pelle distinguendosi in profondo, medio e superficiale.

Nel primo caso, spiega il Dott. Ingratta, «il trattamento agisce a livello del derma reticolare permettendo di trattare anche rughe più importanti.

Per il peeling medio ci si ferma al derma papillare, per la cura di macchie solari o anche melasma. Per il trattamento superficiale si agisce solo al primo strato epidermico per riparare al problema dell'acne ed eliminare le iper-pigmentazioni».

Il risultato per qualsiasi tipo di trattamento di peeling chimico sarà una cute rinnovata, più sana, tonica e compatta. Una pelle che ricorda quella di una bambina.

Per maggiori informazioni sul trattamento di peeling a Roma c/o lo Studio Medico in Via Ipponio, 2 - Cap 00183, è possibile contattare il Dott. Ingratta telefonando al numero  oppure scrivendo direttamente attraverso il sito nell'apposito modulo di contatti.

 
4.5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Punteggio 4.50 (6 Voti)
Dott. Andrea Ingratta Dott. Andrea Ingratta